Vai alla scheda dell’autore
Ferdinando Falossi - Fernando Mastropasqua

"La poesia della maschera"


la poesia della maschera
*clicca per visualizzare l’anteprima del libro

Pagine: 344

Formato: 15x22 cm

Data di pubblicazione: 12-12-2015

Testi di: Ferdinando Falossi e Fernando Mastropasqua

Progetto grafico e impaginazione Studio Charivari, Torino

Lingua: Italiano

Copertina: Copertina Morbida Lucida

Prezzo libro cartaceo: 30.00

Acquista Libro

 

FERDINANDO FALOSSI - FERNANDO MASTROPASQUA

LA POESIA DELLA MASCHERA 
Una testa vuota fonte di conoscenza

A distanza di circa un anno dall'uscita del libro L'incanto della maschera. Origini e forme di una testa vuota, Fernando Mastropasqua e Ferdinando Falossi presentano il secondo volume, La poesia della maschera. Una testa vuota fonte di conoscenza.

Dopo l'Incanto, la Poesia. All'origine di questa ricerca c'è un'intuizione da studente di molti anni fa: "La maschera è il teatro" [...] L'Incanto della Maschera aveva per obiettivo quello di inquadrare la cultura della Grecia classica, e in particolare il teatro e il suo concetto di metamorfosi dell'attore, da una prospettiva antropologica. La Poesia della Maschera affronta il problema del linguaggio poetico della maschera stessa. Si entra nel dettaglio dei tre diversi generi del teatro greco del periodo classico: Commedia, Tragedia e Dramma Satiresco, e si vede come la tecnica costruttiva della maschera e le sue dinamiche vadano di pari passo con l'evoluzione del linguaggio teatrale (dall'introduzione di Ferdinando Falossi).

La maschera si genera nella sfera della rivelazione del sacro. Il suo emergere originario è cavi- tà abitata da potenze aliene e ignote capaci di riversare al di là del vuoto la manifestazione visibile della loro presenza. Imbevuta di sostanza spirituale, si pone in prima istanza come fenomeno cultuale di comunicazione, ma espande ben presto il proprio linguaggio iconico oltre i confini del soprannaturale. La cavità apre tutte le strade della metamorfosi. Se essere l’originale, e non semplicemente rappresentarlo, è lo specifico dell’icona, allora, quando ciò che si rende presente non è più uno spirito o un dio ma il dolore dell’uomo o la sua capacità di ridere del proprio esser nato, quel pianto e quel riso acquistano la dimensione di una cono- scenza esperienziale della vita. Nel momento in cui la maschera accoglie le istanze vitali della sfera umana, ovvero nella stagione del Teatro, il verbo liturgico si fa linguaggio poetico e, alle origini della nostra cultura, nascono forme d’arte come la Tragedia, la Commedia, il Dramma Satiresco. Da quel momento lo spazio cavo della maschera accoglie una molteplicità di esse- ri ai quali darà voce ed espressione, ma indossare un’icona e divenire ciò che una maschera rende presente continuerà a contaminare di sacro anche ciò che è squisitamente umano.

Ferdinando Falossi, laureato in storia del teatro e dello spettacolo con una tesi sulla maschera greca, ha collaborato all’insegnamento di Storia del Teatro dell’Università di Pisa. Lavora oggi come operatore presso la Cooperativa CREA di Viareggio. Ha realizzato diversi “spettacoli” all’interno delle strutture per il disagio giovanile e le malattie mentali, e le ha documentate in video. Allievo di Donato Sartori è costruttore di maschere, sia in cuoio che in altri materiali, ha realizzato maschere per gli spettacoli teatrali di Zingaro e per il Re Lear del Footsbarn Travelling Theatre. Tra le sue pubblicazioni L’erma dal ventre rigonfio. Morfologia della maschera comica, a cura del Teatro Laboratorio diretto da Beatrice Pre- moli, Roma, ETL, Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, 1989 e Gorgòneion: la forma del- l’oxymoron in AA.VV., Maschera Labirinto, Roma, ETL, 1991. Tra i suoi video Totem, Viareggio, CREA, 2005, Cartamusica, Viareggio, CREA, 2013.

Fernando Mastropasqua, già professore di Storia del Teatro presso le Università di Pisa, Trento e Torino, si è occupato di feste, di maschere antiche, di carnevali, di regia. Le sue più recenti pubblicazioni sono: Komos, il riso di Dioniso: Maschera e Sapienza, Roma, ETL, Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, 1989; Metamorfosi del teatro, Napoli, ESI, 1998; In cammino verso Amleto (Craig e Shakespeare), Pisa, BFS, 2000; Teatro provincia dell’uomo, Livorno, Frediani, 2004; La scena rituale, Roma, Carocci, 2007; collabora alla rivista “Critica d'Arte”.

 

vai al primo volume L'incanto della maschera

www.leviedellamaschera.it 

 

CONDIVIDI SU:
  • twitter
  • twitter
SEGUICI SU:
  • facebook
  • twitter
  • friend
  • tumblr
  • linkedin