Vai alla scheda dell’autore

"Paratissima 13 | Superstition"


paratissima 13 | superstition
*clicca per visualizzare l’anteprima del libro

Pagine: 182

Formato: 22x15 cm

Data di pubblicazione: 03-11-2017

Testi di: AA.VV.

Progetto grafico Housedada

Lingua: Italiano

Copertina: Copertina Morbida Opaca

Prezzo libro cartaceo: 25.00

Prezzo ebook: 2.99 €

Formato ebook: .pdf

Acquista LibroAcquista ebook

 

Cosa succede quando la tredicesima edizione di Paratissima coincide con l’anno duemiladiciassette? Come direbbe Edoardo De Filippo, “Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male”. Per evitare che la dea bendata ci volti impietosamente le spalle, ci siamo premuniti di potentissime corna scaramantiche, amuleti, mantra, feticci, rituali e portafortuna: qualunque cosa pur di allontanare l’eventuale sventura. Torino, capitale per eccellenza dell’esoterismo e della magia, farà da immancabile cornice a quest’edizione all’insegna di sinistri presagi e riti propiziatori. E se l’Italia è la patria del toccare ferro e dei cornetti rossi, nonché terreno fertile per tutta una serie sterminata di rituali magici, la superstizione risulta essere comunque il minimo comune denominatore di tutte le culture del mondo, anche se con diverse modalità di manifestazione. Nessuno è immune dall’essere scaramantico: credere o meno nella sfortuna è un vero e proprio stile di vita che prescinde da provenienza geografica o estrazione sociale. Per un superstizioso semplici colori, accadimenti, oggetti, numeri o ricorrenze rappresentano simboli di iattura o buona sorte da evitare o ricercare, manie tali da condizionare ogni aspetto della vita quotidiana. Sicuramente nulla di scientifico, se non false credenze, ma, nel dubbio, proviamo a evitare gatti neri e specchi rotti, toccando gobbe e ferri di cavallo. Il tutto, ovviamente, per pura e semplice precauzione. E tu? Farai le corna insieme a noi?
Dopo tre anni presso la sede di Torino Esposizioni, Paratissima accetta la sfida di realizzare il suo tredicesimo appuntamento presso l’Ex Caserma “La Marmora” di Via Asti, un luogo ricco di storia, che trasuda energia e che in questo modo, dopo tanti anni, è stato restituito ai Torinesi in una veste inedita. Grazie alla collaborazione e alla disponibilità di Cassa Depositi e Prestiti, proprietaria dell’immobile, per cinque giorni l’ex Caserma si è animata ospitando più di 500 artisti, 19 mostre, tra cui 7 curate dagli aspiranti curatori del corso N.I.C.E e un cartellone di eventi, incontri e live performances senza precedenti. L’offerta artistica di quest’anno si arricchisce di nuovi progetti volti a confermare il ruolo di Paratissima come uno degli eventi di arte contemporanea più importanti a livello nazionale.
Non ci resta che incrociare le dita e lanciarci in questa splendida, nuova, ambiziosa avventura.

www.paratissima.it

 

CONDIVIDI SU:
  • twitter
  • twitter
SEGUICI SU:
  • facebook
  • twitter
  • friend
  • tumblr
  • linkedin