Vai alla scheda dell’autore
Ornella Rovera

"Configurazioni"


configurazioni
*clicca per visualizzare l’anteprima del libro

Pagine: 42

Formato: 18x18 cm

Data di pubblicazione: 05-01-2017

Testi di: Eleonora Fiorani, Ivan Fassio

Fotografie di Tommaso Mattina, Emanuele Pensavalle

Lingua: Italiano

Copertina: Copertina Morbida Opaca

Prezzo libro cartaceo: 16.00

Prezzo ebook: 2.99 €

Formato ebook: .pdf

Acquista LibroAcquista ebook

CONFIGURAZIONI Indagini poetiche e strutturali

Cosa avviene quando l’opera incontra e fa tutt’uno con la sua immagine o l’immagine che l’ha generata? E’ questo, mi pare, il tema su cui si incentra l’invenzione e il modo di operare di Ornella Rovera nel ciclo delle opere intitolata Trappole del 2015. Il titolo già di per se stesso è intrigante e leggibile in diversi registri: trappole dello sguardo, trappole percettive in cui ci induce la relazione tra le immagini e le cose, ma anche trappole nelle quali si dipana la nostra vita e da cui non ci è dato uscire. Inevitabile è anche la rammemorazione di Magritte che mette in scacco la rappresentazione e ogni referenzialismo, quindi l’ingenua identificazione tra la cosa e la sua immagine nel farci vedere che, pur nel loro incontro, non svolgono la stessa funzione. L’immagine deraglia dal reale, dà avvio a un’altra realtà, la realtà appunto dell’immagine che vive di vita propria in un altro spazio ed in un’altra dimensione. (Eleonora Fiorani)

Ornella Rovera prosegue e approfondisce la propria ricerca nella straniante cornice circoscritta dall’indiscutibilità. Una certezza perturbante, intesa come la particolare categoria della costante validità empirica, scontorna le immagini – scaturite a comando, allontanate volutamente da una memoria iconica tradizionale ed accostate ad un immaginario di matrice molecolare e neuronale. Una tale condizione, scelta come fondamento scientifico, riempie di intenzionalità l’elemento oggettuale, concepito probabilisticamente ex novo da coscienza razionale, attinto statisticamente da un vortice frequentato per suggestione e, conseguentemente, per libera associazione. Lo spazio della fantasia è già terra promessa, farmaco somministrato a discrezione, tassativamente su richiesta: per prevenzione, cura, refrigerio. L’autrice-artista non abusa delle prescrizioni: avverte che le leggi del mondo sono una soltanto. (Ivan Fassio)

 

www.ornellarovera.it

CONDIVIDI SU:
  • twitter
  • twitter
SEGUICI SU:
  • facebook
  • twitter
  • friend
  • tumblr
  • linkedin