Vai alla scheda dell’autore
Paola Simona Tesio

"inconTRAART"


incontraart
*clicca per visualizzare l’anteprima del libro

Pagine: 48

Formato: 25x20 cm

Data di pubblicazione: 08-07-2015

Testi di: Paola Simona Tesio

Mostra a cura di Paola Simona Tesio e Gilberto Cossa

Lingua: Italiano

Copertina: Copertina Morbida Opaca

Prezzo libro cartaceo: 12.00

Prezzo ebook: 1.00 €

Formato ebook: .pdf

Acquista LibroAcquista ebook

 

inconTRAART 
Mozambique 40 Years of Independence
a cura di Paola Simona Tesio e Gilberto Cossa

Binda, Henrique Calisto, Justino António Cardoso, Marco D’Aponte, Alex Dunduro, Silva Armando Dunduro, Gabriele Garbolino Ru’, Giovanna Giacchetti (in arte GioGia), Jamal, Jerry, Kass Kass, Manuela Madeira, Mário Macilau, Makolwa, Malangatana, Malè, Guido Massucco, Matimele, Guglielmo Meltzeid, Osvado Moi, Celestino Mondlane, Ndlozy, Ntaluma, Phiri, Simo, Tsenane, Naita Ussene.

L’esposizione curata da Paola Simona Tesio (giornalista e critica d’arte) e Gilberto Cossa (curatore del Padiglione Mozambico alla 56 Biennale di Venezia e del Padiglione Mozambico presso Expo 2015) rappresenta altresì una tappa importante per divulgare l’arte di questo paese e più in generale per evidenziare la presenza e l’importanza dell’arte africana nel contesto contemporaneo. Tra gli artisti selezionati dai due curatori vi sono talenti esposti nei padiglioni della 56 Biennale e all’Expo. Il fotografo Mário Macilau, fortemente voluto dalla curatrice Paola Simona Tesio, ha esordito per la prima volta in Italia al padiglione del Vaticano, uno dei più prestigiosi della 56 Biennale ed è presente a Pianezza con 4 fotografie di due distinte serie di progetti “Grand Hotel” del 2011 e “Living on the Edge” del 2012. In mostra anche alcune opere di Malangatana (1936-2011) considerato il Picasso africano oltre che di: Binda, Henrique Calisto, Justino António Cardoso, Alex Dunduro, Silva Armando Dunduro, Jamal, Jerry, Kass Kass, Manuela Madeira, Makolwa, Malè, Matimele, Celestino Mondlane, Ndlozy, Ntaluma, Phiri, Simo, Tsenane, Naita Ussene. Ad essi sono stati aggiunti gli artisti pianezzesi Guglielmo Meltzeid e Gabriele Garbolino Ru’ e gli artisti torinesi Marco D’Aponte; Giovanna Giacchetti (in arte GioGia); Guido Massucco e Osvaldo Moi.

“inconTRAART” prende vita da un momento di condivisione e d’incontro e nasce sulla scia di eventi che hanno visto gli artisti mozambicani essere presenti per la prima volta alla 56 Biennale di Venezia. Il termine incontro, dal latino incŏntra composto da “In” e dal rafforzativo “cŏntra”, (di rimpetto, di fronte) nella sua accezione positiva non indica lo scontro, ma l’essere di fronte ad un altro. Nell’ambito delle relazioni è quel fondamentale sguardo del rispecchiamento, come suggeriva Platone attraverso il dialogo tra Socrate e Alcibiade: lo scorgere il riflesso della propria immagine nella pupilla dell’altro rappresenta un rapporto di reciprocità, horôn horônta, il guardarsi e l’essere guardati. Socrate indica la via per conoscere l’uomo in cui l’anima, se vorrà conoscere se stessa, dovrà fissarne un’altra, e suggerisce ad Alcibiade: «Hai osservato poi che a guardare qualcuno negli occhi si scorge il volto nell’occhio di chi sta di faccia, come in uno specchio, che noi chiamiamo pupilla, perché è quasi un’immagine di colui che la guarda?». L’apertura all’altro è una condizione ineludibile: non vi è possibilità di recludersi in se stessi poiché in quanto esseri umani siamo abitati dagli altri. L’incontro quindi indica un movimento, una direzione, una conoscenza reciproca, una porta che apre un universo di significazione. Un “incontro di sguardi” che non è soltanto dato da ciò che è presente o futuro ma anche dagli sguardi che hanno determinato il nostro passato. Non è difficile incontrarsi nell’arte perché attraverso essa si assiste spesso ad un autentico congiungersi, a quel guardarsi frontalmente che nella vita quotidiana non è poi così scontato, perché talvolta nell’incontro con l’altro possono sorgere oppressioni e conflitti. (dal saggio in catalogo di Paola Simona Tesio)

 

CONDIVIDI SU:
  • twitter
  • twitter
SEGUICI SU:
  • facebook
  • twitter
  • friend
  • tumblr
  • linkedin