Vai alla scheda dell’autore
Matteo Mezzadri

"A.T.O. (ALL THINGS ORGANIC)"


a.t.o. (all things organic)
*clicca per visualizzare l’anteprima del libro

Pagine: 80

Formato: 29x22 cm

Data di pubblicazione: 20-11-2012

Lingua: Italiano

Copertina: Copertina Rigida Opaca

Prezzo libro cartaceo: 30.00

Acquista Libro

A.T.O. (All Things Organic) è un progetto artistico strutturato come un esperimento scientifico di “botanica socio-relazionale”. Il titolo del progetto si riferisce alla positivistica teoria del milieu proposta da H.Taine, il quale sosteneva che race, milieu e le moment fossero i parametri oggettivi in base ai quali analizzare l’opera dell’artista. L’opera d’arte sarebbe dunque intesa come una sorta di organismo vivente e potrebbe essere spiegata mediante il suo contesto organico. Il lavoro è diviso in tre fasi: la prima, Race, milieu, moment: il contesto organico, è consistita in un lungo viaggio attraverso l’Italia nel corso del quale ho incontrato e conosciuto sette agricoltori ai quali ho chiesto di partecipare al progetto donando un sacco della loro terra. Dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, tutte le persone che ho incontrato mi hanno accolto e ospitato raccontandomi la loro vita. Ho ascoltato alcune storie di forte legame con le proprie radici, altre di confl itto e disagio, altre ancora di lunghe peregrinazioni alla ricerca del luogo ideale in cui vivere. Le donne e gli uomini che ho incontrato sono molto diversi per età e appartenenza sociale, ma in tutti ho riscontrato la stessa curiosità e divertimento nell’immaginare la propria terra lontana, curata da altre mani e scaldata da un sole diverso. Nella seconda fase, L’opera d’arte come organismo vivente, i campioni raccolti sono stati collocati in un luogo specifi co dell’Orto Botanico di Ferrara dove, nei quattro mesi successivi, sono state documentate e catalogate le germinazioni sulla superfi cie di ogni sacco. Si ha avuto modo così di osservare i processi organici generati dalla terra ricollocata in un contesto biologico, climatico e “sociale” molto diverso rispetto a quello di appartenenza e le infl uenze che il nuovo habitat ha avuto sulla terra stessa. La terza e ultima fase del progetto, All Things Organic, è consistita nell’allestimento dell’opera completa e la presentazione dei risultati dell’esperimento presso la Sala mostre temporanee di Palazzo Turchi di Bagno, uno spazio architettonico aperto e luminoso che si colloca, dal punto materiale e concettuale, come diaframma tra il Palazzo dei Diamanti, il luogo dell’arte, e l’Orto Botanico universitario, il luogo della scienza.

www.matteomezzadri.com

CONDIVIDI SU:
  • twitter
  • twitter
SEGUICI SU:
  • facebook
  • twitter
  • friend
  • tumblr
  • linkedin