Vai alla scheda dell’autore
Gian Alberto Farinella

"Mainolfi. Fare il proprio volo ogni giorno"


mainolfi. fare il proprio volo ogni giorno
*clicca per visualizzare l’anteprima del libro

Pagine: 274

Formato: 15x22 cm

Data di pubblicazione: 05-11-2012

Testi di: Gian Alberto Farinella, Luigi Mainolfi

Lingua: Italiano

Copertina: Copertina Rigida Opaca

Prezzo libro cartaceo: 35.00

Acquista Libro

Lo scultore Luigi Mainolfi si racconta per temi e immagini al filosofo Gian Alberto Farinella. Un “classico” contemporaneo che, tra una moltitudine di concetti, parole, opere e racconti, disposti alfabeticamente e spesso in forma di dialogo, riflette sul mestiere dell’artista e sul proprio lavoro. Frutto di una frequentazione quotidiana durata un anno, la struttura del libro è simile ad un dizionario, di cui le singoli voci prevedono delle domande e delle risposte, nonché dei commenti o delle considerazioni sulla situazione durante l’intervista. Gli interventi, spesso seri, a volte ironici, rivelano a piena voce aspetti inediti della vita e dell’opera di Mainolfi.

«Non c’è bisogno di spiegare alcunché. E’ facile costruire una cornice teorica che racchiuda entro il suo perimetro tutto quello che spesso non abbiamo da dire, ma che per dovere di mestiere verrà poi scritto. Più difficile è restituire l’occasione di un incontro, di uno sguardo furtivo e penetrante che si allarga in un sorriso, con instancabile entusiasmo. Fu così che in quella gelida sera di gennaio di qualche anno fa, con l’attesa e il proposito di una parola, Luigi, “l’orco buono”, mi disse: “io e te scriveremo un libro insieme” senza altro aggiungere, se non uno scambio, quasi simbolico, di numeri telefonici e d’indirizzi. Poi, il saluto ricco di promesse. (…) Ci incontrammo un mese dopo in studio, faceva freddo ed era una tipica grigia giornata torinese. La voce ruvida e impastata è presa subito al volo da un nastro magnetico. Mainolfi racconta e si racconta. Una selva di parole e di opere, ricorda il passato, spiega il presente, guarda al futuro. Una cosa è certa, da quel momento in poi il “Maestro” reclama ascolto. (...)»

(dall’introduzione del libro di Gian Alberto Farinella)

CONDIVIDI SU:
  • twitter
  • twitter
SEGUICI SU:
  • facebook
  • twitter
  • friend
  • tumblr
  • linkedin