Vai alla scheda dell’autore
Andrea Nisbet

"Tracce di china"


tracce di china
*clicca per visualizzare l’anteprima del libro

Pagine: 54

Formato: 15x22 cm

Data di pubblicazione: 05-11-2020

Testi di: Mauro Comba, Andrea Nisbet, Francesco Poli

Progetto grafico di Andrea Nisbet e Duccio Michelin Salomon

Lingua: Italiano, Inglese

Copertina: Copertina Rigida Opaca

Prezzo libro cartaceo: 20.00

Acquista Libro

"L’idea dei vasi nasce da opere precedenti sulle tracce. Realizzai dei lavori su antichi registri cartacei in pergamena, appartenenti a una libreria, su cui erano scritti a china i titoli, gli autori, l’anno, il numero dei libri e l’argomento trattato, principalmente a carattere religioso.
In seguito, dopo aver diviso pagina dopo pagina i fogli del registro, mi sono ritrovato con alcune centinaia di pagine in parte completamente scritte e poi via via solo numerate, per poi arrivare alle ultime vuote. Su queste ho realizzato dei paesaggi di montagna, in inverno con tracce sia umane che animali sul manto nevoso, tecnicamente in forma di trittici, dittici e fogli singoli e a doppia pagina.
Dopo qualche anno ho creato delle sculture in terracotta e terra cruda, per arrivare poi a realizzare una serie di vasi ad engobbio sul tema delle tracce invernali in montagna.
Il passaggio dalla bidimensionalità del foglio cartaceo alla tridimensionalità dei vasi, porta l’osservatore a una lettura a tutto tondo , dunque della scultura." (dall'introduzione di Andrea Nisbet)

"Tra gli oggetti di fondamentale uso comune fin dagli albori della civiltà umana, il vaso d’argilla (dalla terracotta grezza alle più sofisticate ceramiche) è certamente quello che ha sempre avuto la più stretta connessione con la creatività artistica. Da un lato con la scultura, perché la sua stessa struttura non ha soltanto una funzione pratica come contenitore ma è allo stesso tempo una forma plastica essenziale fatta di materia e spazio, adatta ad ogni tipo di modellazione da quelle volumetriche più semplici e primarie a quelle più raffinate e inventive, anche con le più varie e immaginifiche trasformazioni figurative. Dall’altro lato è anche un eccezionale supporto per immagini bidimensionali graffite o dipinte sulla sua superficie, quelle della grande tradizione della pittura vascolare. Nell’arte contemporanea vastissima è la schiera di artisti che si sono impegnati nel campo della ceramica, per lo più con modalità abbastanza tradizionali. Questo non è il caso di Andrea Nisbet che ha realizzato una serie di importanti lavori con dei vasi, modellati e dipinti con tecniche classiche ma messi in scena in installazioni con inedite implicazioni concettuali e con singolari effetti spiazzanti." (dalla presentazione di Francesco Poli)

 

 

 

CONDIVIDI SU:
  • twitter
  • twitter
SEGUICI SU:
  • facebook
  • twitter
  • friend
  • tumblr
  • linkedin